Disinfestazione

Come eliminare le cimici del letto

Non sai come eliminare le cimici del letto? Leggi l’articolo di Eco-Ambiente per trovare la soluzione più adatta a te.

Come eliminare le cimici del letto

Le cimici del letto sono piccoli insetti dai 4-5 mm rossastri che si nutrono di sangue possono resistere più di un anno senza mangiare.
Se le condizioni di temperatura non sono estreme, sanno resistere alla temperatura e alla fame.

Le cimici del letto: perché entrano in casa

Il motivo per cui abbiamo le cimici del letto a casa non è per la mancanza di pulizia. A differenza di altri insetti come le formiche o le blatte, non sono attratti dallo sporco, poiché si nutrono solo di sangue.
Le puoi trovare in un soggiorno in hotel o ostello infestato da cimici del letto o la visita nella tua abitazione di una persona che convive con questi insetti. Si nascondono facilmente in qualsiasi angolo, possono essere trasportate tramite gli abiti o in una valigia e quindi spostate in nuove case, sistemandosi in letti, divani o armadi.

Come si comportano con gli animali domestici? Cani e gatti possono portare accidentalmente insetti nella loro pelliccia. Ma poiché le cimici del letto non sono attratte dagli animali domestici, non sono loro la causa principale.

In casa tua hai le cimici del letto? Come scoprirlo

Le cimici del letto sanno nascondersi tra le cuciture del materasso, tra le lenzuola o nelle fessure vicino ai letti. Non sono facili da trovare,

utilizza una lente d’ingrandimento e una torcia. Il primo segno sono i morsi sulla pelle, in caso ti dovessi svegliare con un’eruzione cutanea rossastra, molto probabilmente la colpa è delle cimici del letto.

Dopo essersi nutrite, tornano ai loro rifugi e quando defecano lasciano macchie nere o marroni, questo può essere un ‘indizio’ per sapere dove si nascondono.

Soluzioni per liberarsi delle cimici del letto

Gli insetticidi non faranno il loro lavoro al 10% poiché uccideranno le cimici del letto ma non le eventuali uova deposte.
Tenendo conto che questi insetti depongono tra 200-500 uova, sradicarli non è un compito facile.

 

Ci sono alcuni rimedi che possono essere efficaci per eliminarli:

 

  • Un potente aspirapolvere può essere un alleato per eliminare le cimici del letto. Utilizzalo in tutti gli angoli del materasso, non lasciare un centimetro senza controllare. In questo modo puoi anche rimuovere le uova.
  • Il vapore acqueo. Questi insetti muoiono se esposti a temperature superiori a 60 gradi, oltre a essere utile è anche ecologico. Il vapore può anche penetrare in piccole fessure dove si nascondono questi insetti.
  • Dal caldo al freddo. Questi insetti possono essere eliminati anche con il freddo ma è più difficile, richiedendo temperature di -17 ° C per almeno due ore. È pratico per piccoli oggetti, come fodere di cuscini o lenzuola, una volta lavati puoi mettere in freezer e il gioco è fatto.
  • Lava le lenzuola in lavatrice con un programma molto caldo a 90°.

La farina fossile come alleato

La farina fossile è una polvere di derivazione naturale al 100% derivata da fossili di alghe microscopiche. L’azione di questa polvere è prettamente meccanica ed è esercitata dall’effetto abrasivo
delle microparticelle solide e taglienti che sostanzialmente provocano la disidratazione delle cimici.

La farina fossile va distribuita sulle aree infestate e lasciata agire per un minimo di due giorni, in seguito aspirarla via. È ideale per la persistenza in luoghi nascosti, dietro i mobili anche in crepe o fessure.

Conclusioni

In generale, la scarsa igiene in una casa è la principale fonte delle invasioni di insetti. Pertanto, oltre all’igiene, è importante sapere come uccidere le formiche. Provando a mettere in pratica le possibili soluzioni descritte, il problema sarà notevolmente ridotto o addirittura saremo persino in grado di debellarlo.

 

Desideri una impresa di pulizie per il tuo ufficio o ambiente di lavoro? Contatta Eco-ambiente!

Come eliminare le formiche

Invasione! Scopri come eliminare le formiche dalla tua abitazione in pochi passaggi con Eco-Ambiente.

Come eliminare le formiche

È ora di difenderti e di eliminare le formiche da casa. Hanno costruito una fortezza senza che te ne accorgessi e marciano sul pavimento della cucina o sul bancone, alla ricerca di avanzi di cibo.
E a nessuno piace convivere con degli insetti.

Ma sai perché si intrufolano nelle nostre abitazioni? La mancanza di igiene in una casa è la principale fonte di invasione di insetti.

Un esempio potrebbe essere una nostra innocua dimenticanza, come lasciare il cibo senza alcun tipo di protezione.
Oppure quando si è a tavola, le briciole di pane che cadono sul pavimento. Avanzi di cibo nella spazzatura, che possono accumularsi per diversi giorni fanno si che le formiche entrino in casa nostra.

Inoltre, la formica produce feromoni quando in movimento o quando viene schiacciata, lasciando una scia e attirando l’attenzione del gruppo e indicando la strada verso una fonte di cibo.

Durante l’inverno vanno in letargo, ma appena arriva il bel tempo escono in cerca di cibo.

Ora che conosci meglio il tuo nemico, è il momento di mettersi al lavoro e sconfiggerlo.

Come prevenire i formicai

È importante rilevare dove si trova il formicaio, di solito in luoghi reconditi e isolati oppure nelle crepe.

Innanzitutto una buona pulizia è fondamentale, va osservato che non ci sia nessuna traccia di cibo sul pavimento e sui piani di lavoro. I barattoli con il nostro cibo delle nostre dispense devono essere ben chiusi, preferibilmente a tenuta d’aria.

È necessario assicurarsi che non ci siano gocce all’esterno dei barattoli di miele, latte condensato e dolciumi vari. Inoltre assicurati di sigillare qualsiasi foro attraverso cui le formiche potrebbero entrare. Sigilla le aree per esempio con del silicone.

E per quanto riguarda le prese d’aria e altre fessure che non possiamo tappare? Per questo possiamo contare su certi aromi che sono sgradevoli alle formiche o che “capiscono” che non fa bene a loro.

Il limone, disturba il loro senso dell’orientamento. L’aceto, la cannella mescolati con i chiodi di garofano o l’olio di lavanda hanno dimostrato in molte occasioni di essere barriere naturali contro l’ingresso delle formiche.

Come eliminare le formiche: Fai da te

Il mercato è pieno di prodotti per uccidere le formiche in casa. Ad esempio, l’utilizzo di un insetticida liquido o in polvere può risolvere il problema. L’insetticida delle formiche è differente rispetto a quello utilizzato per l’eliminazione delle blatte. Una volta sparso, le formiche lo trasportano al formicaio diffondendo il veleno.

Ma al di fuori del classico insetticida potresti creare in casa delle soluzioni fai da te pratiche e veloci:

  • Farina, zucchero e un po’ di acido borico o borace (puoi trovarlo in farmacia o nei grandi magazzini).
  • L’aceto: crea una miscela con acqua e aceto, immergici una spugna e disponila su un piattino, successivamente posala dove è presente il formicaio. Sparirà senza un’ulteriore bisogno di una disinfestazione.
  • Le foglie di menta, oltre a donare un ottimo profumo, ti aiuteranno con il tuo problema. Metti le foglie in piccoli sacchetti di stoffa fine e chiudile con una corda. Disponili nelle zone dove passano le formiche e spariranno a poco a poco.
  • L’aglio. schiaccia un paio di teste d’aglio e mettile nell’acqua, versa il tutto in una bomboletta spray e lascia riposare la miscela per un paio d’ore. Quando il contenuto assume odore di aglio spruzzalo all’esterno, sulla terrazza o sulle finestre.
  • Il talco, quest’ultimo puoi utilizzarlo per l’esterno della tua abitazione. Evitando così l’accesso alle formiche.

Eliminare le formiche

La regina del formicaio si occupa della riproduzione e di dare istruzioni alle formiche perché possano andare in cerca di cibo, eliminando la regina, eliminiamo il problema.

Quindi, riuscendo a trovare il brulichio, possiamo provare a svuotare l’acqua calda nell’intero ingresso di esso. Ma non è sempre facile localizzare il formicaio, per questo la strategia è che le formiche stesse trasportino il veleno all’interno di esso, uccidendo la regina e le restanti formiche.

Esistono in commercio gel e trappole per formiche che svolgono perfettamente questo compito, ma ne cercheremo sempre uno che non finisca per intaccare la nostra salute, quella dei nostri animali domestici o l’ambiente. Un prodotto ideale è un gel che agisca in modo ritardante in modo tale che, quando una formica viene colpita dall’insetticida e raggiunge la tana muore e infetta il restante formicaio.

Conclusioni

In generale, la scarsa igiene in una casa è la principale fonte delle invasioni di insetti. Pertanto, oltre all’igiene, è importante sapere come uccidere le formiche. Provando a mettere in pratica le possibili soluzioni descritte, il problema sarà notevolmente ridotto o addirittura saremo persino in grado di debellarlo.

 

Desideri una impresa di pulizie per il tuo ufficio o ambiente di lavoro? Contatta Eco-ambiente!

Disinfestazione blatte

Le infestazioni in casa possono essere un vero problema. Vediamo in cosa consiste una disinfestazione da blatte e alcuni consigli utili.

Disinfestazione blatte

Le blatte sono insetti con il corpo appiattito con la testa ricoperta da una dura cresta. I blattoidei (Blattodea) sono un ordine di insetti eterometaboli comunemente noti come blatte o scarafaggi. Le dimensioni vanno dai pochi millimetri a oltre i 35 millimetri. Il colore varia dall’ocra/marrone al nero.

Alcune specie sono dotate di ali, mentre altre possono non averle. Sono insetti terrestri che si muovono prevalentemente nelle ore notturne. Nel caso siano visibili di giorno, potrebbe essere presente una forte infestazione.

Le blatte sono originarie dell’oriente, ma si sono diffuse in tutto il mondo. L’habitat che prediligono è quello in cui vive l’uomo, in questo modo possono avere accesso a delle fonti di cibo. Tra questi ci sono gli alimenti umani, pelle, capelli, carta, colla e altro. Hanno infatti una dieta varia essendo praticamente onnivori.

Questi insetti possono causare diversi fastidi. Vediamo come funziona la disinfestazione da blatte.

Ciclo di vita

Un passaggio fondamentale per la disinfestazione da blatte, è conoscere il loro ciclo di vita. Nonostante vari da specie a specie, si divide solitamente in tre fasi:

  • Uovo
  • Ninfa
  • Adulto

Le uova vengono deposte in gruppi contenute in ooteche. Le ninfe escono dalle uova somigliando all’adulto, anche se in dimensioni ridotte. Possono avere un colore diverso in questa fase. Si nutrono in modo indipendente e la loro crescita consiste in diverse mute fino all’età adulta.

Danni causati da blatte

Le blatte possono causare danni. Se entrano in contatto con gli alimenti, questi vengono contaminati. Le feci e le secrezioni ghiandolari che producono, lasciano uno sgradevole odore. Inoltre sono potenziali portatori di microrganismi dannosi sia per noi sia per i nostri animali domestici.

Il pericolo per l’igiene consiste nei numeri parassiti che vivono nei loro intestini come nematodi, tenie e protozoi. Questi vengono lasciati al loro passaggio e possono essere dannosi per l’uomo.

La loro presenza permanente è sintomo di una scarsa igiene casalinga. Il tipo di disinfestazione da blatte varia in base al grado di infestazione. Se sono visibili durante il giorno e sono presenti tracce come feci, si tratta di una situazione grave.

Fasi della disinfestazione da blatte: l’ispezione

La prima fase per la disinfestazione delle blatte è l’ispezione. Si tratta di una fase importante in cui si determina il tipo e l’entità dell’infestazione e le possibili cause.

Per determinare la specie è necessario posizionare delle trappole adesive per catturare alcuni esemplari. Così è possibile individuare anche i loro eventuali rifugi. Dopodiché è necessario effettuare un’accurata pulizia per rimuovere materiale organico di cui si nutrono. Bisogna trattare le superfici su cui si spostano, spruzzando un’insetticida. In questa fase è necessario prestare attenzione per evitare la contaminazione di alimenti o altro che possa venire a contatto.

Insetticidi

In questa fase è necessario seguire un trattamento mirato dei rifugi delle blatte. In particolare le fessure, utilizzando degli insetticidi in grado di far uscire gli insetti e farli entrare in contatto con l’insetticida spruzzato in precedenza.

Un altro tipo di trattamento meno invasivo è il gel insetticida. È indicato per la disinfestazione delle blatte in ambienti come cucine, bagni o per edifici come ristoranti, hotel o magazzini. Si tratta di un prodotto facile da usare e pronto all’uso. Non crea problemi ad essere applicato in presenza di persone, non interrompendo la normale routine.

Questo gel viene messo nelle fessure, luoghi chiusi, negli angoli e in generale dove potrebbero essere le blatte. Dietro i mobili, mensole, sotto il lavello o dietro il frigorifero. Grazie alla sua azione attrattiva è possibile vedere il suo effetto già dopo poche ore.

Le blatte moriranno dopo aver ingerito il veleno e contamineranno gli altri insetti che andranno a cibarsene.

Manutenzione

Dopo la disinfestazione delle blatte, bisogna tenere presente che le ooteche sono resistenti agli insetticidi. È necessario programmare un secondo trattamento per eliminarle. La distanza del tempo tra i due varia in base alla specie di blatte presente. Ci sono anche dei consigli di igiene per tenere sotto controllo l’infestazione.

È necessario mantenere i locali puliti e asciutti con una pulizia adeguata. Riparare eventuali crepe e sigillare scarichi e tubi per evitare che vi si insinuino le blatte. Butta gli avanzi e assicurati che la spazzatura sia ben sigillata.

Un monitoraggio ricorrente delle zone trattate è utile per verificare possibili reinfestazioni e intervenire in tempo.

Disinfestazione blatte professionale

La disinfestazione delle blatte professionale è sicuramente la soluzione più efficace. Se vuoi essere sicuro di risolvere il problema questa può fare al caso tuo.

I disinfestatori faranno l’ispezione andando a controllare tutte le stanze solitamente più colpite come cucina, il bagno e i ripostigli. Andranno anche a sigillare eventuali crepe e fessure. Gli insetticidi che utilizzano sono professionali e più efficaci.

Ovviamente questa soluzione sarà più costosa dei metodi casalinghi, ma sicuramente più completa.